Anti-Aliasing

Discussione del 20-02-2014
Croce e delizia di ogni giocatore su PC, l’anti-aliasing è un filtro che viene applicato sugli oggetti curvi o diagonali per renderli più “lisci” e far vedere meno le inevitabili scalettature (ricordiamo infatti che i pixel sono quadrati e non sferici). Un po’ di aliasing è inevitabile, ma questo filtro aiuta a ridurlo ed esistono diverse tecnologie di AA più o meno efficaci e pesanti in termini di impatto sul framrate.
 
Supersampling Anti-Aliasing (SSAA): è il metodo AA forse più pesante in assoluto, ma se impostato ad alti livelli (ad esempio SSAA 4x) elimina virtualmente tutte le scalettature MSAA (Multisampling Anti-Aliasing): non è afficace come l’SSAA, ma se impostata ad alti livelli può rivelarsi davvero pesante per la vostra GPU. L’MSAA non viene però applicato su tutti gli oggetti e certi giochi in DirectX 9 (come ad esempio Mass Effect e altri titoli realizzati con l’Unreal Engine 3) non supportano questa tecnologia.
 
Alpha to Coverage (ATOC): si tratta di un’opzione che si trova accanto al MSAA in alcuni giochi e che serve per applicare il filtro AA su quegli oggetti (per lo più trasparenti) non coperti dal MSAA.
 
FXAA (Fast Approximate Anti-Aliasing) e MLAA (Morphological Anti-Aliasing): sono entrambe tecnologie AA di post-processing piuttosto leggere introdotte rispettivamente da Nvidia e AMD. Si utilizzano se non si ha a disposizione una GPU particolarmente prestante proprio per il loro modesto impatto sul framerate del gioco, ma il risultato in termini qualitativi è ben lontano da quanto offerto da MSAA o SSAA.
 
SMAA (Subpixel Morphological Anti-Aliasing): un filtro piuttosto recente che offre un antialiasing migliore di FXAA e paragonabile a quello di un MSAA 2x o 4x. Solitamente impatta sul framerate con una percentuale che va dal 5% al 10%.
 
TXAA (Temporal Approximate Anti-Aliasing): filtro AA esclusivo per le schede Nvidia che combina essenzialmente MSAA e anti-aliasing in post-processing. Richiede più carico di lavoro da parte della GPU rispetto a MSAA e tende a sfocare leggermente le texture.
 
Il nostro consiglio
Se il vostro PC ve lo permette, optate per una combinazione di MSAA 4x e FXAA o SMAA. Evitate invece SSAA e TXAA, in quanto i marginali miglioramenti della qualità d’immagine non giustificano del tutto il calo di framerate.
 
 
fonte: IGN