WinUAE per Amiga

Discussione del 11-04-2014
Ecco una breve guida su come configurare WinUAE:
 
1. Configurazioni
Lanciate WinUAE. Il pannello "Configurations" consente di caricare, salvare e cancellare quante configurazioni desideriamo. Una utile caratteristica di WinUAE è infatti quella di poter definire diverse configurazioni, richiamabili poi semplicemente con un clic su "Load" dopo averle selezionate nella lista.
 
2. Il Kickstart
Saltiamo il pannello "RAM", su cui c'è poco da dire: basta selezionare la quantità di memoria che si desidera, e il gioco è fatto.
Nel pannello "ROM" possiamo definire l'immagine del Kickstart e l'eventuale chiave.
Per creare l'immagine su file del Kickstart presente sul proprio Amiga, occorre utilizzare uno dei numerosi e appositi programmi disponibili nel pubblico dominio. Nell'archivio di WinUAE ne è presente uno (transrom).
Notare infine la voce "ShapeShifter support". Se attivata, emula la nota funzione "PrepareEmul", permettendo così di usare ShapeShifter sull'Amiga emulato. Come dire, un'emulazione dentro un'altra emulazione!
 
3. La CPU
Il pannello successivo è quello che riguarda il processore da emulare. UAE si ferma al 68020, con o senza il coprocessore matematico (68881).
Se volete emulare un Amiga 1200, selezionate "68EC020". Se invece il vostro scopo è quello di giocare a un vecchio gioco per A500, selezionate "68000" e "Approximate A500 Speed". Se invece volete un'emulazione il più possibile veloce, selezionate "68020/68881" e "Fastest Possible": se avete un PC dell'ultima generazione, rimarrete stupiti!
 
4. Lo schermo
Il pannello successivo si chiama "Display", e consente di selezionare il chipset emulato, e la risoluzione video preferita. L'emulazione "AGA" è ancora incompleta, per cui se non ne avete bisogno, accontentatevi del "Full ECS": tanto WinUAE emula anche le schede grafiche!
L'opzione "Full Screen" apre l'emulatore su uno schermo separato: se tale opzione non è attivata l'Amiga emulato sarà aperto su una finestra di Windows. Se l'emulazione risultasse troppo lenta, potete provare a "saltare" qualche fotogramma durante il rinfresco del video: con "Refresh Every Frame" tutti i fotogrammi verranno visualizzati (massima qualità, minore velocità), mentre facendo scorrere vestro destra l'indicatore in basso a sinistra possiamo dire all'emulatore di visualizzare un fotogramma solo ogni due, tre o oltre.
 
5. Gli hard disk
Dopo aver configurato velocemente il suono ("Sound") e i lettori di dischetti ("Floppies"), nel primo caso disabilitando l'emulazione, a meno che non vi serva, per aumentare la velocità, e nel secondo rendendo disponibili ben quattro lettori (male non fanno…), passiamo al pannello "Hard Drives", che ci consente di configurare le partizioni (virtuali) del nostro Amiga emulato.
Una partizione virtuale può essere di due tipi: una cartella di un qualsiasi disco di Windows, oppure un file-immagine. Nel primo caso selezioneremo il pulsante "Add Directory": ci verrà chiesto allora quale cartella desideriamo mettere a disposizione dell'emulatore, e come chiamare il volume associato. Nel secondo caso selezioneremo "Add Hardfile", e potremo indicare al sistema quale file-immagine, già precedentemente creato, vogliamo usare nell'emulazione, o potremo creare un nuovo file-immagine che sarà visto dall'Amiga emulato come un hard disk.
I file-immagini sono più lenti delle cartelle, ma non hanno alcun limite nel nome dei file Amiga.
 
6. Attiviamo Internet!
Nel pannello "Game and I/O Ports" indicheremo al sistema le porte di entrata/uscita da emulare. Selezionate solo quello che vi serve (ad esempio, non emulate la parallela e la seriale se non è necessario). Per usare il mouse PC come se fosse un mouse Amiga selezionate "PC Mouse" in "Amiga Mouse Port 0", mentre per giocare è possibile usare il joystick PC (PC Joystick 0 o 1 in "Amiga Mouse Port 1"), o se non lo avete giocare con la tastiera (selezionando uno dei tre stili, A, B e C, sempre in "Amiga Mouse Port 1").
Il penultimo pannello si chiama "Misc", e contiene un discreto numero di altre impostazioni avanzate, che vi consigliamo di non toccare. Su una richiamiamo però la vostra attenzione: la "BSD socket library emulation". Criptico nome, utilissima funzione: se selezionata, consente di avere a disposizione dall'Amiga emulato l'eventuale accesso a Internet del PC! E questo senza alcun bisogno di Miami o Genesis: le veci dello stack TCP lo fa il PC stesso. Attivando questa voce è così possibile usare YAM o AmIRC su PC… grazie ad Amiga e a WinUAE!